mercoledì 20 febbraio 2013

...la chiesa si ferma a guardare!

Genesi 1:27-28 Siamo travolti dallo stesso concetto tutti i giorni; sempre più assillante, sempre più impellente, sempre più spudorato: accogliere, familiarizzare, applaudire, legalizzare le unioni omosessuali. Canzoni, enormi spazi pubblicitari, nonnine e nonnini che rivisitati e corretti, appaiono in tv, non più sconcertati, ma compiaciuti e compiacenti verso la cultura moderna di "apertura mentale". E la chiesa? applaudiamo la performance Sanremese e i talk show della domenica pomeriggio, soffocando le nostre già assopite coscienze, perché la realtà è troppo estesa per poterla arginare? Già, ma quale realtà?!
Dio non è un cialtrone che impastando corpi umani, getta qua e là alla rinfusa, un seno o un organo maschile, su chi capita! Salmo 139. Dio ha disegnato un progetto fantastico, lo ha racchiuso in un seme, lo ha  fatto sviluppare in un utero materno, con tutte le caratteristiche "fantastiche", che ha voluto lasciare impresse nel nostro DNA. Siamo dunque creature fatte a sua immagine. Dio non sbaglia mai, Lui ti ha voluto con il sesso con cui sei nato! Ha progetti fantastici, per farti lasciare un segno indelebile, della Sua gloria, nel tempo e nel contesto in cui nasci e vivrai.Da dove vengono dunque il rifiuto e la errata percezione della propria identità sessuale? partiamo dal principio biblico, che l'omosessualità non è una malattia, né un dono, né una croce, né un caso. Come sempre è una subdola azione di satana, per distruggere il progetto creativo di Dio, di voler abitare in un tempio perfetto, che lo contenesse, lo glorificasse e godesse pienamente la gioia e l'onore della più sublime delle relazioni. Questo tempio, non è una costruzione umana, ma il nostro corpo I° Corinzi 3:16-17. Il diavolo è un bugiardo, proprio per la sua natura, ha il potere di insinuare pensieri (bugiardi per l'appunto) sulla tua identità. La Bibbia dice che «come l'uomo crede nel suo cuore, così lui è», ma aggiunge anche «che il cuore è insanabilmente maligno» Geremia 17:3
Gesù è la via, la "verità" e la vita. Giovanni 14:6
L'omosessualità è un peccato, cioè l'aver sbagliato la fonte a cui dar credito. Non servono sedute psichiatriche per giungere alla soluzione del problema. Non sono contraria alla scienza che allevii la condizione umana. La scienza, però, ha il solo scopo di evidenziare un problema e quasi mai di risolverlo. Dio, attraverso l'azione dello Spirito Santo e la Parola, evidenzia la situazione o la condizione della sua creatura, intervenendo alla base del problema e rimuovendolo completamente e per sempre. Come? Ripristinando l'immagine reale della sua creatura, distruggendo una volta per tutte, l'influenza dello spirito diabolico di menzogna, che non permette all'essere in questione, di avvalersi della libertà di scegliere, (avendolo ingannato che scelta non ha).
Geremia 29:11-13
Dio non condizionerà mai la tua decisione, si è impegnato a rispettare il libero arbitrio, prezioso dono che Lui stesso ti ha dato. Già appunto, libera scelta, se di questo stiamo davvero parlando, visto che «ognuno è schiavo di ciò che lo domina» II° Pietro 2:18-19, il diavolo è un dominatore crudele!
Romani 1:18-32
Non è più tempo di gridare nelle piazze, del ritorno delle crociate che incitano all'odio e all'omofobia, non serve cercare rimedi o cure umane, così come non serve sgridarli, bastonarli, rifiutarli o segregarli. Bisogna amarli e riportarli alla condizione di vera salvezza e liberazione che Dio ha preparato per ciascun essere umano, liberando le sue creature dall'ìnganno. Giovanni 3:16
Votare a favore delle unioni omosessuali, non è un atto che riconosce il loro diritto a vivere come vogliono, (giacché quasi sempre, non hanno valutazione, reale di ciò che possono volere e sopratutto essere), ma darebbe solo un ulteriore diritto legale al diavolo, di convalidare il loro passaporto per l'inferno! CHIESA SVEGLIA!!! prega, intercedi, predica la verità, che rende liberi dalle prigioni dell'anima e dello spirito. Ama la verità, sostienila, adottala come stile di vita, difendila, proclamala con integrità e forza per riguadagnare le vite, che il diavolo ruba, distrugge e uccide!
CHIESA!  la posizione neutrale non esiste. Ezechiele 3:17-18


nota: i versetti citati sono collegamenti al testo integrale


a cura della pastora Francesca Corsini

Ti invitiamo a visualizzare i precedenti articoli di attualità


Nessun commento: