mercoledì 27 febbraio 2013

Sei un "pezzo unico"

Salmo 139  «Io ti celebrerò, perché sono stato fatto in modo stupendo. Meravigliose sono le tue opere, e l'anima mia lo sa molto bene.» La complessità e la multiforme meraviglia di ogni cellula del tuo corpo, sono opera di un "Architetto" attento, meticoloso e fantasioso. Dio. Lui ha progettato e creato, ogni piccolo dettaglio per te, dal colore dei tuoi occhi ad ogni singolo neo. Dio non vuole confondere o uniformare nessuna delle Sue creature, per questo ci ha "firmati" dandoci un DNA e delle impronte digitali uniche! Se questo ti sembra poco, Dio ti ha anche dato il Suo certificato di autenticità, dandoti uno spirito umano soffiato dal Suo Spirito Santo, che ti permette di connetterti con il tuo Creatore in qualunque momento! Genesi 2:7. Accettare la nostra unicità,la nostra identità e la nostra autentica paternità,ci daranno una mente sobria,un'anima stabile e una vita esuberante e felice!
Che bello (sarebbe) poter concludere così brevemente...ma non per tutti è così facile accogliere questa verità . Come al solito,un diavolo geloso per aver perso la sua relazione d'amore e intimità con Dio,macchina ogni subdola azione per impedire anche a te di goderne. La sua opera di manipolazione e distruzione della tua "vera" identità è già stata comprovata con successo su Eva. Genesi 3:4 A lei disse che se gli avesse dato ascolto,sarebbe diventata immortale e onnisciente come Dio! Lucifero aveva tentato di detronizzare Dio per usurparne il regno,ottenendo invece, di essere cacciato dalla Sua presenza per sempre. Dall'inizio dei tempi è guerra aperta (finchè Dio lo permetterà), ma non potendo mai vincere contro Dio, cerca di farlo soffrire, confondendo e allontanando da Lui le sue preziose, amatissime creature. Da Isaia 43 « Tu sei prezioso agli occhi miei,sei stimato e Io ti amo! » Oggi moltissimi giovanissimi e non, si identificano in "idoli" umani : cantanti, calciatori, veline, attori e molti altri, che spessissimo hanno una vita breve dissoluta e infelice. Alcuni esempi? Attori e cantanti, belli, ricchi di denaro e talento, risucchiati nel vortice della dipendenza e spesso morti suicidi. Il belloccio strafottente, in carcere, con un bimbo praticamente orfano che lo detesterà per non essergli stato accanto...come un papà normale! Ragazze/i da copertina con corpi statuari, che però come impatto importante o concreto nella società, pur avendo grande visibilità e di conseguenza grande responsabilità nei confronti dei fan, lasciano solo "tracce biologiche" in vari letti! Talentuosi cantanti che rinnegano la loro etnia, il loro colore, finendo per distruggere la proprio vita con atroci dolori, e il proposito stupendo che Dio avrebbe voluto per loro. Il diavolo ha manipolato, disprezzato, distorto e distrutto tantissime "preziose" creature di Dio e nonostante questo sia così palese, tu vuoi imitarle! Vorresti essere in loro, li adori e brameresti il loro stile di vita...si, ma anche la loro fine? Tu sei un pezzo unico! Non sei stato fatto in serie e Dio ti ha dato doni e capacità uniche, scoprile! Entra nel progetto originale che Dio ha preparato per te! Scuotiti di dosso le bugie del diavolo, che ti sussurra subdolo e maligno:  « non vali niente ». È lui che non ha più credito nè valore per Dio.Non permettergli di trascinarti giù con lui e di essere usato e "scaricato" da un bugiardo infame. Dio vuole una relazione unica e speciale con te, vuole amarti, incoraggiarti e vedere realizzati i tuoi sogni, sogni che Lui stesso ti ha ispirato. Dio vuole che tu conosca il Suo immenso potere e le infinite risorse che vuole metterti a disposizione. Isaia 42:8 .

nota: i versetti citati sono collegamenti al testo integrale


a cura della pastora Francesca Corsini

mercoledì 20 febbraio 2013

...la chiesa si ferma a guardare!

Genesi 1:27-28 Siamo travolti dallo stesso concetto tutti i giorni; sempre più assillante, sempre più impellente, sempre più spudorato: accogliere, familiarizzare, applaudire, legalizzare le unioni omosessuali. Canzoni, enormi spazi pubblicitari, nonnine e nonnini che rivisitati e corretti, appaiono in tv, non più sconcertati, ma compiaciuti e compiacenti verso la cultura moderna di "apertura mentale". E la chiesa? applaudiamo la performance Sanremese e i talk show della domenica pomeriggio, soffocando le nostre già assopite coscienze, perché la realtà è troppo estesa per poterla arginare? Già, ma quale realtà?!
Dio non è un cialtrone che impastando corpi umani, getta qua e là alla rinfusa, un seno o un organo maschile, su chi capita! Salmo 139. Dio ha disegnato un progetto fantastico, lo ha racchiuso in un seme, lo ha  fatto sviluppare in un utero materno, con tutte le caratteristiche "fantastiche", che ha voluto lasciare impresse nel nostro DNA. Siamo dunque creature fatte a sua immagine. Dio non sbaglia mai, Lui ti ha voluto con il sesso con cui sei nato! Ha progetti fantastici, per farti lasciare un segno indelebile, della Sua gloria, nel tempo e nel contesto in cui nasci e vivrai.Da dove vengono dunque il rifiuto e la errata percezione della propria identità sessuale? partiamo dal principio biblico, che l'omosessualità non è una malattia, né un dono, né una croce, né un caso. Come sempre è una subdola azione di satana, per distruggere il progetto creativo di Dio, di voler abitare in un tempio perfetto, che lo contenesse, lo glorificasse e godesse pienamente la gioia e l'onore della più sublime delle relazioni. Questo tempio, non è una costruzione umana, ma il nostro corpo I° Corinzi 3:16-17. Il diavolo è un bugiardo, proprio per la sua natura, ha il potere di insinuare pensieri (bugiardi per l'appunto) sulla tua identità. La Bibbia dice che «come l'uomo crede nel suo cuore, così lui è», ma aggiunge anche «che il cuore è insanabilmente maligno» Geremia 17:3
Gesù è la via, la "verità" e la vita. Giovanni 14:6
L'omosessualità è un peccato, cioè l'aver sbagliato la fonte a cui dar credito. Non servono sedute psichiatriche per giungere alla soluzione del problema. Non sono contraria alla scienza che allevii la condizione umana. La scienza, però, ha il solo scopo di evidenziare un problema e quasi mai di risolverlo. Dio, attraverso l'azione dello Spirito Santo e la Parola, evidenzia la situazione o la condizione della sua creatura, intervenendo alla base del problema e rimuovendolo completamente e per sempre. Come? Ripristinando l'immagine reale della sua creatura, distruggendo una volta per tutte, l'influenza dello spirito diabolico di menzogna, che non permette all'essere in questione, di avvalersi della libertà di scegliere, (avendolo ingannato che scelta non ha).
Geremia 29:11-13
Dio non condizionerà mai la tua decisione, si è impegnato a rispettare il libero arbitrio, prezioso dono che Lui stesso ti ha dato. Già appunto, libera scelta, se di questo stiamo davvero parlando, visto che «ognuno è schiavo di ciò che lo domina» II° Pietro 2:18-19, il diavolo è un dominatore crudele!
Romani 1:18-32
Non è più tempo di gridare nelle piazze, del ritorno delle crociate che incitano all'odio e all'omofobia, non serve cercare rimedi o cure umane, così come non serve sgridarli, bastonarli, rifiutarli o segregarli. Bisogna amarli e riportarli alla condizione di vera salvezza e liberazione che Dio ha preparato per ciascun essere umano, liberando le sue creature dall'ìnganno. Giovanni 3:16
Votare a favore delle unioni omosessuali, non è un atto che riconosce il loro diritto a vivere come vogliono, (giacché quasi sempre, non hanno valutazione, reale di ciò che possono volere e sopratutto essere), ma darebbe solo un ulteriore diritto legale al diavolo, di convalidare il loro passaporto per l'inferno! CHIESA SVEGLIA!!! prega, intercedi, predica la verità, che rende liberi dalle prigioni dell'anima e dello spirito. Ama la verità, sostienila, adottala come stile di vita, difendila, proclamala con integrità e forza per riguadagnare le vite, che il diavolo ruba, distrugge e uccide!
CHIESA!  la posizione neutrale non esiste. Ezechiele 3:17-18


nota: i versetti citati sono collegamenti al testo integrale


a cura della pastora Francesca Corsini

Ti invitiamo a visualizzare i precedenti articoli di attualità


martedì 12 febbraio 2013

E' tutto un magna, magna!

Siamo in procinto di nuove elezioni e i soliti commenti si sprecano, insieme alle solite e puntualmente disattese promesse, di politici più o meno "disonesti".
La frustrazione dei ceti medio-bassi è alle stelle immaginando di finire dalla padella alla brace!
Vi ho già detto che la Bibbia, ha risposte chiare ed efficaci anche riguardo il benessere e la stabilità politica di un paese? Il mondo intero ci definisce "La nazione cristiana" per eccellenza; perché dunque non applicare i principi divinamente ispirati per salvarne le sorti?
Penserete che io sia una sempliciotta che dà la sua panacea semplicistica e da femminuccia... la risposta è semplice non semplicistica, e la sua attuazione pure. Ci vogliono diponibilità, impegno, dedizione e fede.
Giuseppe (Genesi 41) e Daniele (Daniele 1 e Daniele 2) erano due giovani sognatori, due credenti in terra straniera, con dèi pagani, usi e costumi diversi e anche discriminati per la loro fede e razza. Non avrebbe dovuto importagli proprio niente del popolo in cui vivevano per "forza" e non per scelta.
Tra i principi fondamentali della loro fede, c'erano la fiducia assoluta nel potere di Dio e la consapevolezza accertata, che ovunque Dio li guidasse, avrebbe rilasciato, su loro e attorno, la Sua bendizione. Loro due, sono tra gli esempi biblici (ce ne sono molti di più), che hanno consegnato, in ubbidienza a Dio, la loro disponibilità a pregare per la nazione in cui si trovano, ad impegnarsi per cercarne la pace e il benessere, a dedicarsi interamente alla sapiente guida di Dio; infine ad azionare la loro fede a questo scopo. (Michea 6:8) Le nostre lamentele sui politici, sulla crisi e sull'appartenenza alla nazione, sono vere e proprie "profezie" di male-dizione e seguono il principio di Gesù "sia fatto come hai detto!" Dio ci invita a benedire la nazione, a umiliarci davanti al Suo cospetto e ricevere saggezza dallo Spirito Santo, per sapere quale sia la nostra parte come credenti, per edificare sostenere e aiutare la crescita e lo sviluppo dela nostra nazione. Salmo 112.
Romani 13:1-7 e 1° Pietro 2: 13-17 sono esortazioni chiare dell'impegno e la costanza che ogni credente deve attuare e profondere a vantaggio della propria nazione.
Sento il vostro coro accusatorio: "già, ma se i politici sono tutti corrotti e non temono Dio, a che serve sottometterci a loro come autorità?". In Genesi 18:20-33 Sodoma era sul baratro della distruzione, la nazione era corrotta perché guidata e regolata da uomini perversi, senza guida e senza regole. Abramo poteva incrociare le braccia e lasciar andare le cose, senza mostrare interesse e impegno per cambiarle ( come tanti credenti della nostra nazione che si astengono perfino dal voto). Ma lui contrattò con Dio, fino a quando riuscì a strappargli la promessa, che non avrebbe lasciato che le conseguenze del loro peccato li avrebbero distrutti, se ci fossero stati nella nazione, almeno 10 giusti.
In questo episodio ahimé non ce ne furono.
E nella nostra nazione quanti giusti ci sono?
La Bibbia dice che il regno di Dio è giustizia, pace e gioia (e questo regno è in noi che crediamo)! Romani 14:17 Dunque, come possiamo intercedere noi per la nazione? 2° Cronache 7:14 «...se il mio popolo, sul quale è invocato il mio nome, si umilia, prega, cerca la mia faccia e si converte dalle sue vie malvagie, Io lo esaudirò dal cielo, gli perdonerò i suoi peccati, e guarirò il suo paese».
Gioele 2:12-13 «Nondimeno, anche adesso», dice il SIGNORE,
«tornate a me con tutto il vostro cuore, con digiuni, con pianti e con lamenti!» Stracciatevi il cuore, non le vesti; tornate al SIGNORE, vostro Dio, perché egli è misericordioso e pietoso, lento all'ira e pieno di bontà, e si pente del male che manda.» 18-19 « Il SIGNORE ha provato gelosia per il suo paese
e ha avuto pietà del suo popolo. Il SIGNORE ha risposto e ha detto al suo popolo: «Ecco, io vi manderò grano, vino, olio, e voi ne sarete saziati; e non vi esporrò più all'infamia tra le nazioni.»

Io "credente" credo alle parole di Dio «Voi vedrete di nuovo la differenza che c'è fra il giusto e l'empio, fra colui che serve Dio e colui che non lo serve» Malachia 3:18


Benedizioni, Salute e Prosperità a chi mette in pratica la parola di Dio.

nota: i versetti citati sono collegamenti al testo integrale

pastora Francesca Corsini